La modellazione 3D, come qualsiasi altra cosa, richiede l’utilizzo dello strumento adatto al lavoro. Volete progettare una parte meccanica con dimensioni ben definite e spigoli vivi? Un software CAD come Fusion360 o TinkerCAD fa al caso vostro. Avete bisogno di modellare un’auto o un robot sulla base di una foto di riferimento? La modellazione poligonale tradizionale in Maya o Blender è la soluzione ideale. 

  Ma come potreste fare a modellare il vostro personaggio preferito di un film? Che dire di un animale, mostro o una miniatura D&D? O anche qualcosa di semplice come l’aggiunta di un’ammaccatura al modello per farlo sembrare consumato? Modellare una cosa del genere nel software CAD sarebbe un vero incubo e la modellazione poligonale tradizionale è uno strumento leggermente meno scomodo per una cosa del genere. Fortunatamente per noi, esiste un’altra tecnica di modellazione particolarmente adatta alla modellazione di forme organiche e si chiama Sculpting.

Modellazione CAD (a sinistra), modellazione poligonale tradizionale (al centro) e scultura (a destra)

La scultura 3D è un equivalente digitale della tradizionale scultura in argilla. Si inizia con un pezzo di argilla (digitale) che si può premere, tirare, lisciare, afferrare, pizzicare o manipolare in altro modo. Una cosa fantastica e tutto il resto, ma sembra piuttosto difficile da imparare, vero? Beh, esistono diversi ottimi casi d’uso per scolpire, oltre a realizzare modelli da zero.

Riparazione di scansioni 3D

Anche se non si ha alcuna esperienza di scultura, utilizzando solo gli strumenti di base, è possibile modificare e migliorare facilmente le scansioni 3D! Soprattutto lo strumento smooth agisce come per magia. Abbiamo due tutorial di fotogrammetria in cui si scansiona un oggetto semplicemente fotografandolo con il telefono, date un’occhiata se è qualcosa che potrebbe interessarvi:

  • Fotogrammetria 2 Utilizzo di Meshroom – facile da usare, ma necessita di una GPU Nvidia per funzionare bene
  • Fotogrammetria Utilizzando COLMAP – non ha bisogno di GPU Nvidia, ma di una configurazione più complessa

Riparazione della spalla di una statua scansionata in 3D con il pennello Smooth brush

Aggiunta di ammaccature ai modelli

Un altro caso d’uso che si può provare è la modifica di modelli creati con altre tecniche. Ad esempio, è possibile aggiungere graffi o ammaccature in un corpo del robot che dovrebbe sembrare consumato.

Ammaccature create con la Clay Brush per far sembrare il modello Claptrap consumato

Software per lo Sculpting

La domanda che probabilmente avete in questo momento è quale software di sculpting dovreste usare. Ci sono diverse opzioni e passiamo rapidamente a quelle più famose. Per prima cosa, dobbiamo menzionare Zbrush. È lo standard del settore quando si tratta di scolpire. Tuttavia, per un hobbista o un utente principiante, è piuttosto costoso e abbastanza complesso (anche se c’è una prova gratuita di 30 giorni). E il bello è che, gli strumenti di base di tutte le app per la scultura si comportano fondamentalmente allo stesso modo. Anche le scorciatoie da tastiera e i nomi dei pennelli sono spesso identici. Quindi non dovete preoccuparvi di perdere tempo ad imparare il software sbagliato. Qualunque sia la vostra scelta, potete facilmente passare ad un altro software in seguito. Dopo tutto questo, dobbiamo dimostrare il nostro amore per Blender. È gratuito, open-source e ha un eccellente spazio di lavoro per la scultura, facile da imparare. Assicuratevi di usare la versione 2.8 o più recente perché, tra le altre cose, l’interfaccia utente è ora molto più user-friendly. Ora, se volete qualcosa di veramente semplice, potete provare SculptGL. È un’applicazione web-based, quindi è possibile avviarla subito senza installare nulla. Poi c’è Sculptris, che è fondamentalmente uno Zbrush veramente semplificato disponibile gratuitamente, ma non viene più sviluppato attivamente. E si può scolpire anche in Meshmixer, che abbiamo usato in alcuni dei nostri precedenti tutorial.

Pennelli di scultura

Qualunque sia la vostra scelta, le basi sono le stesse. Avete diversi pennelli tra cui scegliere, come ad esempio:

  • clay brush – aggiunge o rimuove argilla
  • smooth – rimuove i dettagli e leviga la superficie
  • grab/move – modifica rapidamente le proporzioni di un modello
  • crease – crea rientranze o creste appuntite, mentre pizzica i vertici tra loro

Tipicamente tenendo premuto un tasto di modifica, come il tasto Ctrl o Alt, si inverte il comportamento di un pennello. Per esempio, in Blender tenendo premuto il tasto Ctrl si rimuove l’argilla invece di aggiungerla.

Alcuni dei diversi pennelli disponibili in Blender

Inoltre, alcune funzioni chiave rendono la vita più facile quando si scolpisce:

  • masking – consente di congelare una parte del modello in modo da non modificarlo accidentalmente mentre si scolpisce nelle sue vicinanze
  • dynamic topology (dyntopo) – aggiunge e rimuove dettagli (vertici) al volo. Questo permette di scolpire forme complesse da una semplice mesh.

La scultura è quasi interamente artistica

La modellazione ha anche un lato tecnico. Se il vostro modello ha troppi poligoni o una cattiva topologia, sarà difficile da usare in un gioco o in un’animazione. Ma questo è un altro grande vantaggio della modellazione.  È quasi interamente artistico.  Non appena si imparano i pennelli di base, l’unica cosa su cui ci si concentra è il modello stesso. Non si è distratti dalla preoccupazione per gli aspetti tecnici. 

Suggerimenti per la scultura per la stampa 3D

Quando si tratta di stampa 3D, però, ci sono 2 cose da tenere a mente durante la scultura. È possibile ridurre al minimo l’uso del supporto lavorando abilmente intorno all’angolo di sporgenza. Si può vedere nell’immagine qui sotto, che la posa di questo modello è scelta deliberatamente per essere stampabile completamente senza supporti. 

Modello Werewolf progettato in modo da poter essere stampato senza supporti (RocketPigGames)

L’altro trucco è quello di mantenere parti del modello come mesh separate. In questo modo, è possibile non solo ridurre i supporti ma anche stamparli con colori diversi. E se avete intenzione di dipingere il modello, risparmierete un sacco di tempo non dovendo mascherare tutto tranne la parte su cui state lavorando. Se si vuole solo stampare il modello in 3D, non è necessario modificare affatto il modello o semplicemente ridurre il conteggio dei poligoni con un semplice modificatore di decimato. E se si vuole usare il modello anche per altre applicazioni, come l’animazione, si può risolvere il problema una volta terminato di scolpire con la retopologizzazione. Altre due note importanti.

Foto o schizzi di riferimento

Se si vuole scolpire qualcosa di specifico, è estremamente utile avere una foto di riferimento o uno schizzo.  Io sono pessimo anche per gli schizzi. Ma ogni minuto che passate a perfezionare il vostro schizzo vi farà risparmiare molto tempo in seguito. E se si prende l’abitudine di iniziare con uno schizzo, in realtà si migliora abbastanza velocemente.

Immagine di riferimento, modello 3D scolpito e modello stampato

Utilizzo di una tavoletta grafica

La seconda nota riguarda l’utilizzo di una tavoletta grafica. Un mouse sarà sufficiente per provare a scolpire, ma procurarsi anche solo una piccola tavoletta o un portatile che supporti una stylus vi darà un nuovo livello di controllo. Sarete in grado di cambiare rapidamente l’intensità di un pennello applicando più o meno pressione. E in un certo senso, la sensazione è diversa. Come se stessi toccando il modello.

I nostri tutorial preferiti

Se volete saperne di più sulla scultura, ecco alcuni dei nostri canali preferiti:

E tenete anche a mente che a volte i tutorial a pagamento valgono la pena di essere pagati:

Se avete il vostro tutorial o software preferito, fatecelo sapere nei commenti! 

Concorso di Sculpting su PrusaPrinters.org – vinci la Original Prusa SL1!

Se fai un tentativo con la scultura, puoi partecipare al nostro concorso su prusaprinters.org e vincere l’Original Prusa SL1. DOPLNIT AZ BUDE SOUTEZ Fateci sapere se siete interessati ad altri articoli e video sulla scultura e non dimenticate di taggarci online se fate un tentativo. And as always, Buona stampa!